Non Solo Clima offre ai propri clienti la possibilità di acquistare i prodotti pagandoli in comodissime rate. Questo servizio viene offerto da Findomestic e Fiditalia, attraverso Non Solo Clima 

Come funziona il calcolo del TAEG

Il TAEG è l'indicatore che esprime in valore percentuale il costo totale del credito. 

Il Decreto Legislativo n. 141 del 13 agosto 2010 - attuativo della Direttiva Comunitaria 48/2008 - ha modificato il D.lgs. n. 385 del 1 settembre 1993 (T.U.B.). 

Le disposizioni, entrate in vigore a decorrere dal 1 giugno 2011, riguardano anche le modalità di calcolo del TAEG. 

Per una maggiore chiarezza e tutela del consumatore, all'interno TAEG sono considerate, oltre agli interessi, tutte le spese che il consumatore deve pagare in relazione al contratto di credito: 

- imposta di bollo su finanziamento (applicata sulla prima rata); 

- costi mensili di gestione pratica; 

- spese istruttoria pratica; 

- spese invio comunicazioni periodiche; 

- imposta di bollo su comunicazioni periodiche. 

- costi relativi ai servizi accessori, ivi compresi quelli di assicurazione, connessi con il contratto di credito qualora la conclusione del contratto avente ad oggetto il servizio accessorio sia obbligatoria per ottenere il credito o per ottenerlo alle condizioni contrattuali offerte. 

Dal calcolo del TAEG sono comunque escluse: 

- le eventuali penali che il consumatore è tenuto a pagare per la mancata esecuzione di uno qualsiasi degli obblighi stabiliti dal contratto di credito, compresi gli interessi di mora; 

- le spese, diverse dal prezzo d'acquisto, che competono al consumatore all'atto dell'acquisto, indipendentemente dal fatto che si tratti di acquisto di merci o servizi, tramite pagamento in contanti o a credito. 

L'inclusione nel calcolo del TAEG di tutte le spese non determina un incremento di costi; la normativa prevede solamente che tutti i costi siano espressi nel TAEG.